Gestione informatica degli incassi e pagamenti con firma digitale e remota

Comprende sia gli ordinativi informatici con tracciato OIL (Ordinativo Informatico Locale), verso la banca tesoriera, sia quelli con tracciato OPI (Ordinativo di Pagamento e Incasso), verso la Banca d’Italia.

Scarica il software e configura il tuo computer seguendo le istruzioni contenute nella guida

Microsoft Windows 7, 8 e 10

download

guida OPI

guida OIL

Mac OS X 10.13 o superiore

download

guida


Verifica la corretta configurazione del client simulando la fase di accesso e firma tramite dispositivo.


FAQ

QUALI SONO LE MODALITÀ DI ACCESSO ALLA PIATTAFORMA?

La piattaforma prevede un accesso tramite autenticazione dell’utente. Questa può rientrare in due categorie, non mutualmente esclusive tra loro:

  1. Login tramite certificato digitale: Nel caso in cui l’utente sia in possesso di un certificato digitale di autenticazione (su token USB o su smart card). La postazione dovrà essere predisposta per riconoscere tale dispositivo;

  2. Login tramite credenziali: L’utente accede tramite username e password. Non sono richieste configurazioni particolari della postazione.

QUALI SONO LE MODALITÀ DI FIRMA DEI FLUSSI DALLA PIATTAFORMA?

Il sistema prevede due diverse modalità di firma degli ordinativi:


  1. Tramite certificato su dispositivo fisico:

Quando l’utente possiede una firma digitale su smart card o token USB. E’ necessario che sulla postazione siano installati i driver forniti dal provider del dispositivo ed il componente di firma presente nel setup di installazione (Bit4 Identity);

  1. Tramite certificato di Firma Remota:

Quando l’utente possiede certificato di firma che risiede su un server del provider. Al momento è possibile usare per tale modalità di firma solo certificati forniti da InfoCert, per i quali ci andranno comunicati alias e dominio di emissione. Questa modalità va abbinata ad un accesso tramite credenziali o ad un certificato di autenticazione.

COSA DEVO FARE PER RICHIEDERE L’ABILITAZIONE DI UN NUOVO UTENTE?

Una nuova profilazione va richiesta inviando una mail a supporto.pa@argentea.it, indicando contestualmente il ruolo che l’utente avrà nella piattaforma.

Nel caso di accesso tramite certificato digitale questo andrà compresso in un archivio zip ed allegato alla richiesta. Tale operazione andrà effettuata anche nel caso di rinnovo o cambio del dispositivo di accesso di un utente già attivo.

Per richiedere invece l’accesso tramite credenziali è sufficiente comunicare alcuni dati anagrafici dell’utente (nome, cognome, codice fiscale ed indirizzo e-mail personale e istituzionale).

DEVO CONFIGURARE UN NUOVO PC PER ACCEDERE ALLA PIATTAFORMA, DOVE TROVO IL PACCHETTO DI INSTALLAZIONE?

Scarica il file di installazione, specifico per sistema operativo, e segui le indicazioni riportate nella guida.

NON RIESCO AD ACCEDERE ALLA PIATTAFORMA, QUALE POTREBBE ESSERE IL PROBLEMA?

Il mancato accesso alla piattaforma può essere causato da diversi fattori. Di seguito i più comuni:

  • Viene restituito il messaggio “Utente non abilitato”: Chi sta provando a collegarsi non è censito nel sistema oppure è censito con un certificato diverso da quello usato per il login. In entrambi i casi va riallineata la profilazione;

  • Viene restituito il messaggio “Pagina web non disponibile”: Verificare la connessione Internet o, nel caso di accesso tramite certificato digitale, controllare che il dispositivo di firma venga riconosciuto dal Sistema Operativo;

  • Viene restituito il messaggio “Credenziali errate”: Verificare lo username (è sempre il proprio codice fiscale) e/o la password inseriti. Se il problema persiste è possibile resettare la password dall’apposita sezione della pagina di login.

QUANDO PUÒ ESSERE CARICATA UN CERTO TIPO DI ORDINATIVO?

Lo standard SIOPE+ stabilito da AgID prevede, per mandati e reversali, l’uso di quattro diverse operazioni:

  • Inserimento;

  • Variazione;

  • Annullo;

  • Sostituzione.


Il caricamento di tali ordinativi dipende dallo stato logico attuale dell’ordinativo collegato (se questi è già presente in piattaforma). Per maggiori dettagli sugli stati logici fare riferimento alle Linee guida del SIOPE+ attualmente in vigore fornite da AgID.

POSSO MODIFICARE UN ORDINATIVO GIÀ CARICATO MA NON ANCORA FIRMATO?

I documenti caricati sulla piattaforma e non ancora firmati che risultano da correggere possono essere rimossi con la funzione “Elimina”. Sarà quindi possibile tornare nel sistema contabile, correggere l’ordinativo e reinviarlo ex novo sulla piattaforma.

4IDENTITY CLIENT

Applicazione utilizzata dall'Ordinativo Informatico MIF3, indispensabile per gli utenti abilitati alla firma.

VERSIONE USER


Per l'installazione non sono necessari i diritti di amministratore.


Il software funziona esclusivamente per l'utente con il quale è stato eseguito il setup.


Microsoft Windows 7, 8 e 10

Versione p11

Versione p12

VERSIONE ADMIN


Per l'installazione sono necessari i diritti di amministratore.

Il software funziona per tutti gli utenti del sistema


Microsoft Windows 7, 8 e 10

Versione p11

Versione p12

Mac OS X 10.13 o superiore

Versione p11



Consulta le note dei rilasci software del servizio di intermediazione Siope+ di Argentea cliccando release notes